Come curare la barba secondo Rasoigoodfellas: una guida definitiva

La domanda del come curare la barba è una delle più gettonate: ci sono infatti così tanti prodotti e così tante situazioni che è spesso difficile trovare tutte le informazioni di cui si ha bisogno.

Lo staff di Rasoigoodfellas ha quindi messo insieme questa guida per aiutarvi ad orientare in questo mondo, sia se siete nelle prime fasi di crescita, sia se avete già una folta barba da sfoggiare, qui troverete consigli e soluzioni ai problemi più spinosi.

Vedremo alcune accortezze per curare la barba in fase di crescita, gli accessori da avere ed i prodotti da utilizzare. Passeremo poi a vedere anche problemi comuni come la famosa barba a chiazze ed il classico (ed insopportabile) prurito.

Iniziamo !

Come curare la barba secondo Rasoigoodfellas: una guida definitiva Rasoigoodfellas

Far crescere la barba

La prima cosa da fare è quella di darsi un tempo di almeno 3-4 mesi nei quali l’obbiettivo è quello di far allungare i peli in modo da renderli poi lavorabili verso una determinata forma o stile.
Non solo, lasciandola crescere si andranno anche a coprire eventuali zone meno folte: molti si lamentano di avere la barba a chiazze quando in realtà queste andranno a coprirsi totalmente, o quasi, man mano che la barba cresce.

Certo, molto della barba dipende dalla genetica come si sente sempre dire in giro, ma sono davvero poche le persone che non arriveranno ad una copertura più che ottima del proprio viso. Crediamo sia inoltre importante sottolineare come non esistano prodotti miracolosi per la crescita della barba, diffidate quindi da chi li vende spacciandoli per funzionanti.

Come curare la barba

Prima di cominciare ad utilizzare prodotti specifici ed altri accessori ci sono alcune abitudini che dovrebbe entrare a far parte della nostra routine per la cura della barba.

Queste qui sotto sono le prima cose di cui dovreste preoccuparti e che dovreste imparare a fare.

Come curare la barba secondo Rasoigoodfellas: una guida definitiva Rasoigoodfellas

Igiene

La prima abitudine da assorbire è quella di lavare la barba regolarmente. Essa tende infatti ad accumulare sporcizia come cibo, polline e polvere diventando così terreno fertile per batteri che possono causare infezioni. I lavaggi non devono però essere troppo frequenti: in genere due o tre volte a settimana è il giusto compromesso tra pulizia e corretto bilancio della pelle e del sebo prodotto. E’ inoltre molto importante utilizzare uno shampoo apposito o almeno un prodotto che non sia troppo aggressivo.

Utilizza una spazzola

La seconda cosa da far entrare a far parte della propria routine è l’utilizzo della spazzola. Le sue funzioni sono molteplici, come vedremo qui sotto, e sono tutte fondamentali. Si tratta decisamente del primo accessorio da acquistare.

Spuntarla regolarmente

Spuntare la propria barba regolarmente aiuta a preservarne ordine e forma rendendola visivamente bella. I peli infatti non sono perfetti e tendono a crescere in modo non omogeneo, alcune zone saranno più veloci di altre ad infoltirsi e potremmo ritrovarci in uno scenario poco gradevole nel caso in cui non la regolassimo: diventerebbe non simmetrica ed imprecisa con un aspetto trasandato.

Un consiglio: radete regolarmente l’area sotto il collo a forma di “U” e la parte superiore delle guance: questo contribuirà a far apparire la barba molto più ordinata ed è facile da fare da soli a casa.

Prodotti ed accessori per la barba

Una volta fatti nostri i consigli elencati qui sopra, è tempo di iniziare a riempire l’armadietto del nostro bagno con i prodotti necessari alla cura della nostra barba. Non è necessario averli tutti, ma ce ne sono un paio che sono fondamentali. Superfluo è dire che la scelta va fatta in base alle proprie preferenze e necessità, e man mano che proverete i vari prodotti ed accessori vi renderete conto di quelli che preferite o di cui avete realmente bisogno.

Shampoo

Lo shampoo serve, come è facile intuire, per lavare la propria barba che come detto sopra dovrebbe essere lavata regolarmente ogni due o tre giorni. Man mano che cresce dalla pelle cominciano a staccarsi cellule morte che vanno ad intrappolarsi, se poi aggiungiamo polline, cibo e polvere, è facile immaginare quanta sporcizia possa depositarsi nella nostra chioma facciale.

A differenza degli shampoo per capelli quelli da barba hanno generalmente una composizione più delicata e sono arricchiti con sostanze che servono ad idratare e nutrire i peli. A questo scopo è bene orientarsi su prodotti che contagono ingredienti di origine naturale.

Insieme all’olio da barba rappresenta la base dei prodotti che ognuno di noi dovrebbe avere a disposizione.

Olio da barba

L’olio è il re indiscusso dei prodotti per la cura della barba. Le sue funzioni sono molteplici, ma la più importante è quella di idratare sia i peli che la pelle sottostante: questo previene anche il prurito, problema molto diffuso.

Allo stesso tempo utilizzando un olio si va anche ad ammorbidire la barba, donandole allo stesso tempo un aspetto più ordinato. La scelta è vasta, ma come sempre è bene orientarsi su prodotti naturali (gli oli da barba dovrebbero infatti essere costituiti da pochi ingredienti) ed evitare quelli troppo economici.

(4) 10,95
Spedizione GRATIS sul tuo primo ordine
Valutato 0 su 5
(0) 10,95
Spedizione GRATIS sul tuo primo ordine
Valutato 0 su 5
(0) 12,95
Spedizione GRATIS sul tuo primo ordine
(5) 14,95
Spedizione GRATIS sul tuo primo ordine

Balsamo

Con il termine balsamo ci riferiamo al prodotto che talvolta viene chiamato anche cera e che non va confuso con i balsami liquidi che vanno poi risciacquati come quello per capelli.

La sua funzione nel curare la barba è molto simile a quella dell’olio: serve ad idratare e proteggere sia i peli che la pelle. Al contrario di quest’ultimo però la sua consistenza è solida/semisolida, e deve essere lavorato un pò prima di procedere all’applicazione.

Se dovessimo metterli sulla bilancia diremmo che l’olio ha un un ottimo potere idratante ma una bassa tenuta, mentre la cera ha un buon potere idratante ed un’ottima tenuta: ideale per barbe difficili da domare.

Spazzola e pettine

Se l’olio è il re dei prodotti, la spazzola è decisamente la regina nel regno degli accessori della cura della barba !
Le sue funzioni sono molteplici: pettinare e direzionare, rimuovere impurità come polline o polvere e distribuire uniformemente gli oli, sia il sebo prodotto dalla pelle che quello che noi stessi andremo ad applicare.

Può essere utilizzata sin dai primi momenti di crescita, al contrario del pettine per cui dovremmo attendere di avere una barba di almeno 3-5 cm per iniziare ad utilizzarlo. Il suo utilizzo principale è infatti quello di districare e sciogliere eventuali nodi, aiutando a mantenere l’ordine.

Problemi comuni

Tra i problemi più comuni nella cura della barba troviamo quello del prurito e delle chiazze. Il prurito, soprattutto nella fasi di crescita iniziale, può essere molto fastidioso e portare all’esasperazione. In questo caso la soluzione è quella di lavare periodicamente la barba come già indicato qui sopra ed utilizzare un prodotto che idrati la pelle come l’olio o il balsamo. Le chiazze invece sono spesso solo un’illusione: una volta infatti che la barba inizia a crescere, eventuali zone meno folte andranno a coprirsi di conseguenza.

Certo, ci sono anche persone con poca barba, ma poco possiamo in questo caso contro la genetica.

Conclusione

Sperando di aver fatto un pò di chiarezza nel vasto mondo della cura della barba, vi invitiamo a sperimentare il più possibile con prodotti e accessori per trovare quelli più adatti a voi.